Beyond The Sea B&B

Blog

Che ne sarà di noi?…

Oggi, nel consultare i vari motori di ricerca di lavoro, cosa che a dir la verità faccio spesso in questo periodo, mi è venuto come di getto di scrivere.

Ed eccomi qua a condividere qualche riflessione sul “Che ne sarà di noi?…”.

Si perchè io sono tra quei noi.

Certo c’é l’attività di Bed and Breakfast, ma il settore turistico (con quello culturale) è tra i più colpiti dalla situazione attuale; ed è nell’incertezza più assoluta, come gran parte del Sistema Italia.

E allora che fare?

A sentire e leggere studi, opinioni, interviste, sondaggi, il turismo del prossimo futuro si ritroverà cambiato, almeno all’inizio.

Quanto è un incognita.

Presumibilmente nel breve/medio termine, zero stranieri, poco turismo quasi esclusivamente domestico (in inglese staycation che fa piu’ sensazione), con un occhio al glocal.

In questo stato di cose di durata pressochè indefinibile, ci sarà chi, seppur con difficoltà, potrà trovare la chiave per rilanciarsi.

Puntando su quella che viene definita narrazione strategica, cioè il racconto di sé e del proprio territorio, quale strumento di promozione e fidelizzazione in ottica di competizione globale.

Anche se, intendiamoci, in primis peserà, e molto, la capacità economica.

Per gli altri, una delle parole chiavi potrà essere aggiornarsi, fino a reinventarsi.

Scegliere, in attesa di segnali positivi, un’alternativa spendibile sul mercato del lavoro e/o che possa, un domani, tornare utile anche per la propia attività.

Tradotto, un corso sulle buste paga, su materie fiscali (dichiarazione dei redditi ecc…) oppure approfondimenti sul marketing digitale.

O ancora, se si ha un background più tecnico, sulle cosiddette nuove tecnologie abilitanti (blockchain, cloud, cyber security, big data analytics, IoT solo per citarne alcune).

In tal senso, grazie all’iniziativa di solidarietà digitale del Ministro per l’Innovazione Tecnologica e Digitalizzazione, è possibile trovare una serie di servizi e soluzioni innovative sulla piattaforma solidarietadigitale.agid.gov.it/#/.

Potrebbe poi essere utile fare matching tra il proprio percorso professionale ed i settori che hanno risentito meno della crisi.

A parer degli esperti trattasi, ma sicuramente me ne sfugge qualcuno, di farmaceutico, information technology, alimentare, e – commerce.

E verificare se vi siano punti di contatto o aspetti ove poter procedere con interventi formativi.

Per trovare così nuove opportunità, prima inaspettate.

Un Saluto.

Marco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *